Normativa Igiene Alimentare
Garantire la sicurezza di un prodotto: rintracciabilità di filiera e UNI 10939
La rintracciabilità di un prodotto è fondamentale per garantirne la sua sicurezza e salubrità da un punto di vista molto ampio permettendone il controllo durante le varie fasi di lavorazione e distribuzione. Poter risalire ai vari passaggi effettuati da un alimento che prima di finire sulla tavola del consumatore e tra gli scaffali di un supermercato è passato per varie aziende (di produzione, di trasformazione, di lavorazione, di distribuzione) è molto vantaggioso perché permette di accertarne i requisiti di conformità durante ogni fase piuttosto che dover affrontare eventuali problemi di salubrità a prodotto finito. Allo stesso modo in caso di...
Sicurezza e igiene degli alimenti: le sanzioni
Le sanzioni previste in caso di infrazione in materia di sicurezza e igiene alimentare per le aziende che operano nel settore agroalimentare rappresentano un valido strumento per le autorità di controllo al fine di garantire la tutela della salute dei consumatori. Le sanzioni per la sicurezza alimentare Chiunque, nei limiti di applicabilità del regolamento (CE) n. 853/2004, effettua attività di macellazione di animali, di produzione e preparazione di carni in luoghi diversi dagli stabilimenti o dai locali a tale fine riconosciuti ai sensi del citato regolamento ovvero la effettua quando il riconoscimento è sospeso o revocato è punito con l’arresto...
Autocontrollo HACCP per l'igiene degli alimenti
HACCP e piano di autocontrollo: un sistema condiviso e razionale
Al fine di garantire la sicurezza e la salubrità di tutti i prodotti alimentari (durante tutti i passaggi di filiera) è stato messo a disposizione delle industrie alimentari uno strumento operativo che si basa sulla prevenzione dei rischi per evitare a monte l’insorgenza di danni e contaminazioni piuttosto che sul controllo del prodotto finito: il sistema HACCP. HACCP sta per Hazard Analysis and Critical Control Points, ovvero analisi del pericolo e punti critici di controllo e costituisce un valido sistema, organizzato e razionale oltre che condiviso a livello europeo, per l’applicazione dell’autocontrollo degli operatori che operano nelle industrie che trattano,...
La filiera produttiva e l'igiene alimentare
Igiene alimentare e controlli: quali gli obblighi del datore di lavoro?
Il datore di lavoro è una figura centrale nell’azienda e nello specifico delle industrie alimentari ha particolari obblighi e responsabilità. Un’industria alimentare che effettua l’autocontrollo deve provvedere autonomamente ad una serie di verifiche e controlli, ad esempio le analisi che vengono fatte sugli alimenti trattati o distribuiti dall’azienda devono essere condotti obbligatoriamente presso laboratori di analisi autorizzati dalla Regione e i risultati vengono presentati alle autorità competenti in caso di controlli. Tutte le spese previste per l’autocontrollo alimentare sono quindi a carico del datore di lavoro che ha appunto l’obbligo di provvedere a tutti i controlli necessari per garantire la...
Analisi di laboratorio sugli alimenti
ISO 22000: la certificazione dei sistemi di gestione per l’igiene alimentare
Lo standard ISO 22000 è uno standard internazionale che definisce i requisiti dei sistemi di gestione per l’igiene alimentare e si rivolge a tutte le industrie alimentari e alle imprese che partecipano alla filiera. Emanato dall’Ente di Normazione Internazionale ISO, questo standard è stato pubblicato nel 2005 con l’obiettivo di armonizzare a livello comunitario tutti gli standard sulla sicurezza e l’igiene alimentare preesistenti. L’ISO 22000 si basa sui principi dell’HACCP e viene applicato, su base volontaria, da tutti gli operatori che prendono parte (anche in maniera indiretta come accade ad esempio per i produttori di imballaggi) alla filiera alimentare. Nello...
Pacchetto Igiene e HACCP
In cosa consiste il Pacchetto Igiene? Da quali Regolamenti è costituito?
Precise disposizioni sono state pubblicate nel 2004 dalla Commissione Europea con l’intento di aggiornare e riorganizzare la normativa comunitaria relativa all’igiene alimentare divenuta nel tempo troppo frammentata. Le nuove norme sull’igiene alimentare, aggiunte e in qualche caso semplicemente riviste, in applicazione dal gennaio 2006, rappresentano l’attuazione da parte della Comunità Europea dei principi descritti nel Libro Bianco sulla sicurezza alimentare e definiscono la legislazione comunitaria in materia di igiene e sicurezza degli alimenti e dei mangimi, disciplinando al contempo il regime dei controlli. Contattaci subito per una consulenza su Pacchetto Igiene e HACCP Cos’è il Pacchetto Igiene e cosa prevede...
1

Contatti





Nome:
(*)

Telefono:
(*)

e-mail:

Messaggio:

Leggi termini e condizioni d’uso